Browsing "libero scrivere"
Apr 25, 2021 - libero scrivere    No Comments

TESTIMONIANZE – 25 APRILE – PER NON DIMENTICARE

20190524_172404_resized

Testimonianza di Lina Mattioli raccolta da Claudia Tondi

La seguente testimonianza sono state selezionate e tratte dal libro “Montese 1943-1945”. Nella comune di Montese morirono 225 persone per eventi bellici e 43 militari caddero o furono dichiarati dispersi nel periodo della seconda guerra mondiale.

 

Avevo sette anni quando c’è stata la liberazione di Montese e Iola.

Il giorno della liberazione i tedeschi ci avevano mandato via dalle nostre case e ci avevano fatto andare nelle case dei nostri vicini. Ricordo che nella mia casa e nel mio cortile c’erano tantissimi tedeschi che neanche volutamente mi sarei messa a contare dalla paura che avevo. Loro avevano fatto credere a me, ai miei fratelli e alle mie sorelle che se fossero venuti a casa nostra gli americani (saranno stati a 500/600 metri) ci avrebbero uccisi tutti. Alla fine capii che era solo una bugia perché quando arrivarono (i tedeschi si erano già ritirati) ci diedero tante caramelle e tanto cioccolato che era buonissimo In quel periodo stemmo benissimo perché ci davano da mangiare e ci facevano giocare.

Ricordo anche che in quei momenti avrei voluto avere la mamma vicino, ma purtroppo era morta un po’ prima che arrivassero i tedeschi. Oltretutto volevano portarci via anche il papà per farlo andare a fare delle trincee sul monte della Torraccia che io non sapevo neanche dove fosse. Per fortuna il parroco d Iola, don Alessio Verrucchi, intervenne e pregò i tedeschi di lasciare a casa il nostro papà perché eravamo tutti piccoli.

L’unica cosa di cui adesso rido, ma quando l’ho vissuta ridevo meno, è questa: un giorno due tedeschi vennero nel cortile di casa mia a mangiare le nespole mature del nostro albero e, quando mio fratello Silvio che aveva nove anni li vide, corse fuori dalla porta e urlò contro: “Raush”. In tedesco questo vuol dire “vai via”, ma lui non lo sapeva. Loro corsero in casa nostra perché volevano ucciderci, ma videro che eravamo solo dei bambini nascosti sotto il tavolo per la paura e così andarono via.

E’ stato un periodo molto brutto che è impossibile dimenticare.”

 

 

GENERALE – FRANCESCO DE GREGORI

…”Generale, queste cinque stelle
‘Ste cinque lacrime sulla mia pelle
Che senso hanno dentro al rumore di questo treno?
Che è mezzo vuoto e mezzo pieno
E va veloce verso il ritorno
Tra due minuti è quasi giorno
È quasi casa, è quasi amore”…

 

 

Un giorno di festa

20210414_160244 (1)
La vigna dei desideri
“…i sogni sono desideri di felicità…cantava Cenerentola
e così canto io in questa vigna ricolma di fiori da soffiare.
Ne raccolgo tanti…( non si sa mai ) li soffio…
and dreams become true…
“…E vengo da te, metterò una maglia fresca
Quel profumo che ti piace, oggi non lavoro: è festa
Sarà un po’ lungo, stai così lontano
Mi godo il viaggio, sai che guido piano
Adesso guarda dalla tua finestra, non ci credi?
Sono qua.”
Apr 11, 2021 - libero scrivere    No Comments

Il verde di Aprile

“Il miracolo non è quello di camminare sulle acque, ma di camminare
sulla terra verde nel momento presente e
d’apprezzare la bellezza e la pace che sono disponibili ora.”
(Thich Nhat Hanh)
Apr 2, 2021 - libero scrivere    No Comments

La felicità é…

La felicità é…

il bianco all’improvviso

l’ inaspettato che prende vita

il filo d’erba tra il cemento

flowers above all , inside and outside

la gioia dirompente
il profumo delle fragolel’azzurro di Aprile

la prima viola nel giardino

una gemma che sboccia

la nuvola solitaria che indica la via

il sole che si bagna nel fiume

Gli amanti felici  di Chagall

Occhi azzurri di mare

Il Buongiorno

Il tramonto rosso fuoco all’improvviso

Un quadro Art Decò

Saltare sul letto ridendo a più non posso

 

 

Canzone “Buongiorno” Pavarotti

“…Ma è danzando la vita che tu imparerai
Che ogni grande proposito è un passo che fai di
È un giorno nuovo e prego che sia tutto da ballar
Con te…”

https://www.youtube.com/watch?v=4Gb5HnOq6Q4

 

 

Mar 20, 2021 - libero scrivere    No Comments

Inverno é

Inverno è

Il solstizio d’inverno (2021 ) con la Congiunzione di  Giove e Saturno

L’aroma di miele e cannella

Le finestre illuminate

Addobbare l’albero. Il balcone, la casa ed è Subito Natale

Le candele accese la Vigilia di Natale

I tortelli di zucca e la mostarda di mele

I concerti di musica classica on line

Il pandoro a colazione

L’ultimo dell’anno sul balcone, brindisi, luci e auguri da lontano

I concerti di Vienna e La Fenice sempre mangiando il Pandoro

Le mattine fredde e la galaverna sui prati

Guardare le cime innevate da lontano ed immaginare di essere di nuovo a pattinare sul ghiaccio

L’aria fredda sul viso e la terra scura

I viali di campagna ricoperti di pioggia

I tronchi intrecciati scuri, maestosi, indiscussi signori di questa stagione

La nebbia mistero di campagna ed i suoi volatili

Le poesie dell’inverno ed i libri sul divano

L’azzurro limpido e puro del cielo

Il sole tiepido di Febbraio, il verde smeraldo e, inaspettate, due lepri saltellanti

La Camelia fiorita, le viole colorate, i semini nel piatto, le cinciallegre chiacchierine ed il timido pettirosso

Le frittelle di riso della mamma e le Lattughe del forno Arvati

I coriandoli lungo le vie dei giardini

Camminare contro vento e lasciarmi abbracciare

I candidi bucaneve del Bosco Fontana e i folletti tra gli alberi

I labirinti, i pini, le bacche, gli alberi fioriti della Foresta Carpaneta tutta da scoprire

Il profumo delle viole appena colte, il pettirosso tra i rami spogli, il silenzio della campagna

I peschi in fiore ai giardini di Marzo

Il cielo bizzarro e dispettoso di fine inverno che gioca con il sole e l’ombrello

La festa del papà nel mio cuore

 

Pagine:1234567...33»