Browsing "libero scrivere"
Mar 19, 2017 - libero scrivere    No Comments

Auguri Papà

2015-09-20 15.42.31

Oggi é la tua festa.

Io ti festeggio ogni giorno,

perché sei con me

ogni momento

in un modo o in un’altro.

E d in questo periodo dell’anno

ancora di più.

Mi prendi con te

e mi porti via…

forse é questo che fai

perché ogni tanto mi viene da piangere.

Mi sembra di perdere la bussola,

di non sapere dove andare

e cosa fare.

Mi sento smarrita.

E tu non ci sei più a prendermi in braccio

a rassicurarmi dolcemente

e dirmi che ” é tutto a posto”

Venivo sulla tua poltrona, mi arrampicavo

fino a lassù e mi raggomitolavo

come un gatto e sentivo il tuo respiro

consolatore.

Ed era in quel momento che

davvero tutto tornava a posto.

Questa canzone é per te

Lorenzo ti piacerebbe…of that I’m sure

 

Mar 10, 2017 - libero scrivere    No Comments

Buon Compleanno Papà ( 09/03/1938 – 15/08/1998 )

PAPA'

Penso sempre che le cose belle che mi capitano,

siano opera tua,

mi piace pensare che tu,

da lassù , in qualche modo, mi guidi

e mi proteggi.

La rondine vola in alto e scruta

la terra, così tu fai con me.

Tu guidi me perché mi hai insegnato

tutto ciò che so,che sento e provo.

Vorrei tu fossi orgoglioso di me.

Sto ricalcando inconsciamente

le tue orme,

quelle che lasciavi lungo

la riva del mare, le  seguivo passo a passo,

la tua passione per le poesie,

 la politica,  la natura, il buon cibo,

la filosofia, i libri,

i sogni, la magia, l’ironia, l’amore,

la giustizia,

il cielo stellato,  le distese infinite

della campagna mantovana,

i quadri , i giornali, il cinema d’essai,

l’impegno verso il prossimo ed i più deboli.

Me ne rendo conto solo ora,

che sciocca, vero?

Ti voglio bene e mi manchi.

Mi manca la tua carezza della sera,

la tua mano calda sulla fronte,

il tuo ” buonanotte fifi “

Ti vengo a cercare,

ti ritrovo tra le pagine di un libro,

le parole di una canzone,

le note musicali,

il prato colmo di viole,

il sorriso di un papà,

le mani vissute di un nonno,

la felicità di un bimbo  ed il suo aquilone.

Lucio Dalla

” Le rondini”

Feb 27, 2017 - libero scrivere    No Comments

FESTA D’INVERNO

FESTA D’IVERNO

Aria fredda sul viso

Occhi spalancati al sole tiepido

Cielo chiaro e limpido

Mani piccole e fredde

A raccogliere coriandoli

Maschere colorate

Strade ridenti

Musica allegra e spensierata

Gioco di nuovo

Con me, con te

Colombina e Pulcinella?

Occhi truccati

Labbra disegnate

Rido di te e di me

Giochi inventati

Giochi sognati

Stelle filanti

Fili brillanti di luce interiore

® Federica Bignardi – 2013

 

Il carnevale porta colore e gioia

nel lungo e grigio inverno,

si é liberi di indossare

qualsiasi maschera,

l’atteggiamento e lo spirito

che vuoi liberare,

quella parte di te celata

dalla ragione e dall’educazione.

Mi sento sempre bambina e lascio

giocare le mie personalità,

libere di essere senza costrizioni. 

Feb 13, 2017 - libero scrivere    No Comments

Beethoven & Piazzolla al Teatro Bibiena Mantova

La musica ha il potere di allontanarmi

da me stessa .

Chiudo gli occhi e tutto accade

dentro di me

lontano da me.

Le note di Beethoven corrono

ed io con loro tra boschi verdi,

prati immensi, spiagge infinite,

scale interminabili e rido,

ma non so se sono bambina o donna,

so che sono felice e serena.

Sono leggera e non sento il peso

del corpo e dell’anima,

un velo trasparente sospinto dalla brezza marina

verso l’ogni dove nel tempo del mai.

Risultati immagini per teatro bibiena di mantova

Ludwig v. Beethoven: Trio op. 38

Obvlion sfiora le corde dell’anima con delicatezza,

gentilezza, pazienza perché sa che arriverà là,

in quel punto,

sì quello lì,

quello dove sorge l’emozione.

Scivola giù

fino in fondo

  raccoglie l’acqua delle tue lacrime,

le porta in superficie,

le porta alla luce del giorno

e te le mostra a mani nude.

E tu non puoi far altro che liberarle,

non puoi far altro che togliere le catene,

non puoi far altro che disegnare ali,

ali di libellula per volare lontano.

Questo é il mio Oblivion.

 

 

Libertango mi ricorda il tempo che passa,

l’orologio ed il suo assordante ticchettio,

tacchi di donna che corrono nel buio della notte,

gocce di pioggia sui vetri,

volo di gabbiani tra le onde,

il vento forte, inquietante, sferzante,

spade inferocite contro fantasmi inesistenti,

graffi profondi su cristalli interrotti,

un bacio rubato,

un disco incantato ,

lancette che scandiscono il tempo delle nostre vite.

E…tutto questo…rigorosamente dal vivo…

altrimenti…

tutto ciò

non

può accadere…

Gen 16, 2017 - libero scrivere    No Comments

NAPOLI E…I SUOI TESORI

Napoli ti accoglie a braccia aperte con la gentilezza nel cuore e gli occhi sorridenti. I vicoli affollati, il vocìo costante della vitalità ti fa compagnia e non ti senti mai solo. La vita é nelle strade, nessuna porta chiusa, nemmeno con il freddo. Ai napoletani piace così, la vita é fuori, all’aria aperta, tra la gente, con la gente, nessuna barriera, nessun confine. Vicoli stretti, lunghi, salite, discese, balconi fioriti e, quando meno te lo aspetti, ecco, Piazza Plebiscito, e lì, bé, la Libertà, la maestosità e la grandezza si presentano a te e tu a loro.
La vastità ti lascia senza fiato, se poi, la luce dell’Imbrunire si affaccia sul Vesuvio, non esiste nulla più. Spaccanapoli palpita di presepi, statuine, venditori, turisti, tra colori, odori, profumi, volti l’angolo e ti trovi in via De Sanctis…il museo Cappella San Severo, é quasi nascosta, rara perla di bellezza artistica. Sono il silenzio e la contemplazione a guidarti di fronte al ” Cristo velato”. Può uno scultore rendere il marmo un velo ed un ricamo delicato, impalpabile e soffice? Sì, può.Il Barocco sfrenato, opulento, sfacciatamente dorato, si spoglia della sua insolenza e lascia spazio alla semplicità del chiostro, delle pareti bianche e quella luce serena che dona pace. Il sole illumina il Lungomare Caracciolo e punta i suoi raggi alla magnifica guardia costiera per eccellenza: ” Castel dell’Ovo “, la fortezza più antica della città ed il riparo sicuro contro il vento forte, ma…qui…il tramonto é speciale. Eleganti palazzi, raffinati si bagnano tra queste acque e ti lasciano intuire che sei in prossimità di Chiaia, Liberty delicato e sobrio ti invitano a a passeggiare lentamente e lasciare cadere l’occhio su abiti e gioieili. Una pausa dolcificante é opportuna proprio qui.

Pagine:«1234567...23»