apr 22, 2016 - musica    No Comments

Cuore

Ai cinici… a coloro che per volontà o per forza hanno perso il loro cuore…c’é sempre tempo per recuperare…c’ é sempre tempo per cambare…non lasciatelo andare via ….

 

APRITI CUORE – LUCIO DALLA

In questa notte calda di ottobre, apriti cuore
non stare li in silenzio senza dir niente
non ti sento, non ti sento, da troppo tempo non ti sento
e ti ho tenuto lontano dalla gente
quanti giorni passati senza un gesto d’amore
con i falsi sorrisi e le vuote parole.
Ho perfino pensato in questa notte di Ottobre
di buttarti via……di buttarti via
ah lo so il cuore non e’ un calcolo
freddo e matematico
lui non sa dov’e’ che va
sbaglia si ferma, e riprende
e il suo battito non e’ logico
e’ come un bimbo libero
appena dici che non si fa
lui si volta e si offende
non lasciarlo mai solo come ho fatto io
lascia stare il potere, il denaro non e’ il tuo Dio
o anche tu rimarrai senza neanche un amico
Cambierò, Cambierò
apriti cuore ti prego fatti sentire
Cambierò, tornerò come
un tempo padrone di niente, di niente…di niente
anche davanti a questo cielo nero di stelle,
e ce ne sono stanotte di stelle,
forse miliardi, cuore non parli?
o sono io che non sento e per paura di ogni sentimento
cinico e indifferente faccio finta di niente
ma non ho più parole in questa notte di ottobre
sento solo lontano un misterioso rumore
e’ la notte che piano si muove,
e tra poco esce il sole
https://www.youtube.com/watch?v=A0r31FFRr8g

apr 19, 2016 - POESIA    No Comments

Verde d’Aprile

images.jpg prato

Smeraldo intenso

brilli al sole

illumini le vie.

Ondeggi fiero al vento

flutto marino indomito

tappeto morbido di Primavera

Illumina me

allontana le nubi

dalla mia strada

Allontana le lacrime

dal mio cuore

farfalla sarei tra i tuoi steli

Bimba sperduta sono ora

cammino  e piango

accarezzando l’erba intensa

Avvolgimi

fai cantare i tuoi

grilli.

Dormire solo

vorrei.

apr 8, 2016 - POESIA    No Comments

All’improvviso, una lacrima

lacrime-e-malattie-300x222

All’improvviso

scende una lacrima.

Dopo poco un’altra.

Il nodo si ferma in gola.

Rimane lì,  il nodo.

Declutisco,

nulla si muove.

Nostalgia?

Malinconia?

Tristezza ?

Sciocca fanciulla,

disse il grillo parlante,

é la consapevolezza che

quel desiderio mai realtà

diventerà.

La consapevolezza

é quel macigno che sgretola

ogni piccola speranza.

Granelli di sabbia

di un castello che é stato

nella mia mente

e che mai potrà essere

nella realtà.

apr 1, 2016 - POESIA    No Comments

Fiore potevi…

Petali recisi

piangono sangue

Lacrime cremisi

velano il bianco

Fiore giaci morente

tra l’indifferenza

di chi ti ha calpestato.

Il cemento

la tua tomba

il catrame

la nera bara

Potevi essere concime

e  invece polvere sarai

unita ad altra polvere.

Pagine:1234567...57»