lug 4, 2015 - musica    No Comments

Crepuscolo musicale – 03/07/15 Loggia di Davide – Palazzo Te- Mantova

Le calde serate estive trovano refrigerio

ascoltando le note vivaci della Bella Epoque

avvolte dalla magia  di Palazzo Te.

Intima ed accogliente,  l’atmosfera

della Loggia di Davide,

il corridoio affrescato, dalle bianche colonne,

ti conduce lontano,  là dove il cuore vuole andare:

verso la musica,

 l’emozione,

 il silenzio dei rumori,

l’armonia interiore ,

la gioia dell’anima.

 

La notte prende vita e la luna

ascolta incantata la voce

della soprano Cristina Pastorello,

creatura delicata e potente al contempo,

mentre i tasti del pianoforte seguono le dita veloci

dell’accorato Andrea Zaniboni.

Una sera di Luglio,

così, quasi per caso,

accoglie me e la mia anima

Il chiaro di Luna fiabesco esiste,

basta solo guardarlo.

Scrisse D’ Annunzio:

” Il cuore é così gonfio che, alle prime note dell’Arietta, un pianto improvviso, dopo anni di ciglia asciutte, sgorga dai miei occhi e m’inonda il volto ….”

Tenete d’occhio il calendario della Società della musica

http://www.societadellamusica.com/stagione-2015.html

giu 21, 2015 - POESIA    No Comments

Cielo di Giugno

index.jpg rondini

Volo di rondini

a solcare il cielo azzurro.

Giochi sereni,

volteggi e piroette

tra il verde ed il blu.

Veloci incanti

rapiscono lo sguardo.

La danza dell’estate

é cominciata.

Il profumo dei Tigli

invade le strade,

invade me,

la mia anima.

La serenità  in un ritaglio di cielo,

nulla più.

giu 16, 2015 - opinioni    No Comments

VENEZIA IERI – VENEZIA OGGI

canaletto---grand-canal_-looking-south-west 

Federica Bignardi – 1987 -

Passeggiata solitaria

Appunti di taccuino

” Mi muovo sicura a Venezia, le mura delle case vecchie e ben curate mi affiancano, complici o avverse, corrono ai miei lati fino ad aprirsi improvvisamente e diventare piazza, angolo aperto, piccolo o grande, deserto o affollato, ma comunque vivo. Nonostante la sua fermezza antica, Venezia è sempre attuale, ma che dico, eterna. Può capitare di provare sensazioni settecentesche, decadenti ed addirittura post-moderne. Ma lei rimarrà sempre così, contro il tempo, bella ed austera come una dama che si lascia ammirare e bagna le sue lunghe vesti nel grande mare di fronte a lei. Venezia è libera, è sempre stata libera, appartiene a tutti e a nessuno. Ci si sente parte di essa, senza troppi legami però, ci si muove tranquilli, sicuri di non essere osservati, criticati; ogni gesto spontaneo non viene segnato con dito, ma si lascia correre….” 

navi copia

Roberto Albini  ( fotografo e grafico ) 2015

mi concede gentilmente la sua opera che io

Intitolo:

” Choc Visivo “

L’idiozia umana dilaga

Pachidermi marini meccanici osano, per gentile concessione di una legge

che non esiste, solcare le pacate  acque della Laguna di Venezia.

Calpestano e stropicciano le delicate

e preziose vesti della Dama Italiana per eccellenza.

Quintali di lamiere inutili sfiorano pericolosamente i palazzi,

le banchine, oscurano il cielo, creando piccole mareggiate solo ed esclusivamente per accompagnare i turisti delle navi da crociera all’interno di Venezia, una reale necessità, visto che solo una minima parte scende a piedi e passeggia per le calle.

Giusto l’atto indolente del salutare con la mano,

scattare foto, sventolare foulard ,

a chi?

Bocciati un paio di progetti che proponevano lo sbarco dei turisti e il trasporto attraverso altri mezzi acquatici meno invasivi.

perché, mi domando, questo scempio, tra l’altro molto rischioso per la vita dei cittadini veneziani e degli edifici?

Non ci vuole un’ingegnere nautico per comprendere che navi così imponenti spostano enormi quantità d’acqua che si infrangono contro  i palazzi e le piazze…

Allora…perché hanno cosruito il Mose per salvaguardare Venezia dalle mareggiate quando le mareggiate vengono provocate dal transito dei inutili ed ingombranti cetacei  di ferro e petrolio ?

Si può fermare questo scempio?

Attendo risposte .

Intanto ho firmato la petizone,

poca cosa, direte.

Tanti piccoli gesti possono rendere grande un’azione.

Parola di scout.

Per approfondimenti:

http://www.corriere.it/cronache/14_marzo_18/se-giudice-cancella-limiti-grandi-navi-venezia-728e94a0-ae68-11e3-a415-108350ae7b5e.shtml

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-4ad716bb-301d-457a-a686-1b63e542ac1a.html

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-297f9f72-ff50-4121-8f97-8bb8ead83eb2.html

http://firmiamo.it/via-le-grandi-navi-da-venezia

https://secure.avaaz.org/it/italy_save_venice_3_1/?fHaOvjb&pv=94

 

giu 3, 2015 - POESIA    2 Comments

Bach e la Rotonda di San Lorenzo

1433264039103

” Nuda è la pietra

circolare il passo

spirale a salire

e scendere.

Vertigine lenta

lungo note sorde,

tese.

Mutevole divenire

melodioso

culla l’anima in ascolto “

IMG_20150601_183107

Giovanni Scaglione violoncello

interpreta divinamente

“suite n. 4  “  -  J.S. Bach

IMG_20150601_183045

Ad occhi chiusi ascoltavo la musica

e la mia immaginazone correva tra le note :

 

Correre in un girotondo infinito

Volo d’api

Vento tra i rami

Danza e gioia

Prati verdi

Saliscendi di colline

Salire le scale di corsa

Cavalli galoppanti nella foresta

Tempesta con vento e tuoni

Fuggire lontano inseguita dal dolore

IMG_20150601_182922

IMG_20150601_183123

IMG_20150601_183008

E….per concludere….

luna sorgente sul Mincio…

la natura compone il suo dolce preludio

e…tutto torna a posto…più o meno…

1433271435587

Pagine:1234567...49»