mag 29, 2015 - POESIA    No Comments

PAPAVERO

Papavero  tu forte sei

cresci tra l’asfalto

lungo i fossi

in mezzo ai campi.

Libero sei,

diffondi il rosso vivo

come sangue fluttuante

sventoli i petali tra il grigio,

vele spiegate nel mare anonimo.

Pianta medica sei

il tuo bianco latte lenisce le ferite,

i tuoi chicchi neri profumano i cibi.

Rendi felici coloro che sono tristi

Ravviva gli animi delle persone perfette

macchia le loro candide camice

troppo stirate, in linea con il dovere,

in linea con la normalità.

Vivere é sudore, sangue, dolore, gioia, carne  e morte.

Guardo te e vedo me.

Ti pieghi ma non ti spezzi.

mag 24, 2015 - opinioni    No Comments

Per non dimenticare

la mafia uccide solo d'estate

Senza retorica,

senza fronzoli,

senza parole inutili,

il senso é:

” per cambiare le grandi cose,

bisogna cambiare le piccole

a partire da noi stessi,

dai nostri comportamenti “

“Povera Patria”

Franco Battiato

Povera patria! Schiacciata dagli abusi del potere
di gente infame, che non sa cos’è il pudore,
si credono potenti e gli va bene quello che fanno;
e tutto gli appartiene.
Tra i governanti, quanti perfetti e inutili buffoni!
Questo paese è devastato dal dolore…
ma non vi danno un po’ di dispiacere
quei corpi in terra senza più calore?
Non cambierà, non cambierà
no cambierà, forse cambierà.
Ma come scusare le iene negli stadi e quelle dei giornali?
Nel fango affonda lo stivale dei maiali.
Me ne vergogno un poco, e mi fa male
vedere un uomo come un animale.
Non cambierà, non cambierà
si che cambierà, vedrai che cambierà.
Voglio sperare che il mondo torni a quote più normali
che possa contemplare il cielo e i fiori,
che non si parli più di dittature
se avremo ancora un po’ da vivere…
La primavera intanto tarda ad arrivare

mag 17, 2015 - IMPRESSIONI D'ARTE    No Comments

Vicenza, una piacevole scoperta. Goldin e la sua mostra, una certa conferma

Le colline donano a Vicenza quella brezza piacevole,

delicata, refrigerante e discreta.

Quella lieve aria avvolgente che non scompone,

accompagna il cammino dolcemente.

Passeggi e, cautamente, segui il percorso ben delineato

di edifici bianchi, curati, di antico splendore

e moderna cura, attenzione, amore per la propria

città.

La quiete della domenica mattina,

silenziosa, mansueta, ti invita a tacere ,

a riflettere e guardare.

Quasi un dolce preludio ad osservare in silenzio

i capolavori che Goldin ha racchiuso

nel suo scrigno prezioso:

il cuore puro dell’arte,

laddove per puro intendo

sincero e passionale.

Una personale visione della notte,

attraverso i grandi pittori che l’hanno immortalata.

” Mattina di Natale “

il mio preferito,

ha bussato delicatamente alle porte della mia anima

e ha spalancato le finestre della commozione,

così, semplicemente.

Ritroviamo la piazza, viva, colorata, chiassosa

e ridanciana, così come deve essere una piazza alla domenica

in tarda mattinata.

L’allegria, il sole caldo,

i locali affollati, il cielo azzurro,

tutto torna.

Tutto torna e rimane dentro di noi,

così come l’atmosfera

fiabesca del giardino cittadino.

Una piacevole scoperta, Vicenza.

Un punto di riferimento cordiale e avvolgente.

Tenetela presente….

mag 6, 2015 - POESIA    No Comments

Rosa di Maggio

rosa

Rosa di Maggio

dischiudi i tuoi petali

al caldo sole,

dona alla rugiada

il tuo rosso velluto,

conserva il nettare prezioso,

rilascia il tuo profumo

tra i prati verdi della vita.

Fiorisci sempre tra i giardini

della mia anima.

Ricordami la primavera

oltre l’autunno

dei miei pensieri.

Pagine:1234567...48»